Regione, clima
e paesaggio

La culla della viticoltura altoatesina

300 giornate di sole all’anno e un clima continentale temperato, fanno dell’Alto Adige non solo una delle mete di villeggiatura più amate d’Europa, ma anche un territorio ideale per la viticoltura. La zona di coltivazione lungo la Strada del Vino è la più vasta dell’intera regione e comprende una superficie totale di 4.249 ettari.

/ Tra le Dolomiti e cipressi /

La topografia delle aree viticole altoatesine ricorda un mosaico complesso. Siccome in Alto Adige la viticoltura si pratica dai 200 ai 1000 metri di quota, il vignaiolo ha a disposizione un ventaglio di condizioni climatiche e terreni diversi. Un’affascinante varietà di viti caratterizza i vigneti della zona di Bolzano fino a Nalles e Salorno. Lagrein, Gewürztraminer e Vernatsch, noto come St. Magdalener oppure Kalterersee, crescono proprio in questa parte della regione. Oltre alle varietà autoctone lungo la Strada del Vino si trovano anche varietà di fama mondiale quali il Pinot Bianco e Pinot Nero.

La particolare posizione geografica attira anche molti turisti e villeggianti. Vigneti a perdita d’occhio... dal fondovalle ai dolci pendii e ai piedi di impetuose vette. Ovunque lungo la Strada del Vino.